Notifica sulle disposizioni europee

Indennizzo in caso di decesso o lesione
Nessun limite finanziario è fissato in caso di responsabilità per lesioni o decesso di un passeggero. Per qualsiasi danno di entità non superiore ai 100.000 DSP (Diritti speciali di prelievo, circa 123.000 euro), il vettore aereo non può contestare la richiesta di indennizzo. Oltre i 100.000 DSP (circa 123.000 euro), il vettore aereo può escludere o attenuare la sua responsabilità se è in grado di provare che non è stato negligente o in qualsiasi altro modo colpevole.

Versamento di anticipi
In caso di lesioni o decesso di un passeggero, il vettore deve versare, entro 15 giorni dall'identificazione della persona avente titolo al risarcimento, un anticipo di pagamento per far fronte a immediate necessità economiche. In caso di decesso, l'anticipo non può essere inferiore a 16.000 DSP (circa 20.000 euro).

Ritardo nel trasporto di passeggeri
Il vettore è responsabile dei danni derivanti da ritardo nel trasporto aereo di passeggeri, salvo qualora abbia adottato tutte le misure che potevano essere ragionevolmente richieste per evitare il danno, oppure gli fosse stato impossibile adottarle. In questo caso la responsabilità è limitata a 4.150 DSP (circa 5.100 euro) per passeggero.

Ritardo nel trasporto di bagagli
Il vettore è responsabile dei danni derivanti da ritardo nel trasporto aereo di bagagli, salvo qualora abbia adottato tutte le misure che potevano essere ragionevolmente richieste per evitare il danno oppure gli fosse stato impossibile adottarle. In questo caso la responsabilità è limitata a 1.131 DSP (circa 1.390 euro) per bagaglio.

Distruzione, perdita o danneggiamento di bagagli
Il vettore è responsabile in caso di distruzione, perdita o danneggiamento di bagagli, per un massimale di 1.131 DSP (circa 1.390 euro) per bagaglio. In caso di bagaglio registrato, il vettore aereo è responsabile del danno, anche se il suo comportamento è esente da colpa, salvo difetto inerente al bagaglio stesso. Per quanto riguarda il bagaglio non registrato, il vettore aereo è responsabile solo se il danno gli è imputabile.

Limiti di responsabilità più elevati per i bagagli
Un passeggero può beneficiare di un limite di responsabilità più elevato rilasciando una dichiarazione speciale, al più tardi entro il tempo limite di presentazione al banco di registrazione, e pagando un supplemento.

Reclami relativi al bagaglio
In caso di danno, ritardo, perdita o distruzione durante il trasporto del bagaglio, il passeggero deve sporgere quanto prima reclamo per iscritto al vettore. Qualora il bagaglio registrato sia danneggiato, il passeggero deve sporgere reclamo per iscritto entro sette giorni, e in caso di ritardo, entro ventuno giorni, dalla data in cui il bagaglio è stato messo a disposizione.

Responsabilità del vettore contraente e del vettore effettivo
Se il vettore aereo che opera il volo non è il vettore aereo contraente, il passeggero ha il diritto di presentare una richiesta di risarcimento o un reclamo a uno o all’altro. Se il nome o il codice di un vettore aereo figura sul biglietto, questo vettore è il vettore contraente.

Termini per l'azione di risarcimento
Le vie legali devono essere adite entro due anni dalla data di arrivo o dalla data alla quale il volo sarebbe dovuto arrivare.

Base delle informazioni riportate
Le norme di cui sopra si basano sulla Convenzione di Montreal del 28 maggio 1999, messa in atto nella Comunità dal regolamento (CE) n. 2027/97, come modificato dal regolamento (CE) n. 889/2002 e dalle legislazioni nazionali degli Stati membri.

Avvertenza
La presente nota informativa non può costituire una base di reclamo né un’interpretazione delle disposizioni del Regolamento comunitario o della Convenzione di Montreal e non riveste valore contrattuale tra il passeggero e il vettore.
Il contenuto della presente nota non può essere in alcun caso considerato alla stregua di un impegno da parte del vettore.